Sei uno Psicologo?

Scopri i servizi studiati appositamente per gli psicologi.

Cerca lo Psicologo
Dr. Massimo Frigo
Dr. Massimo Frigo

via Pontida, 1 - VARESE (Varese)

Cel: 339 5067417

Via Giusti 13 - 21014 LAVENO MOMBELLO (Varese)

Cel: 3395067417

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr.ssa Laura Mazzarello
Dr.ssa Laura Mazzarello

via Tripoli, 25 - 15121 ALESSANDRIA (Alessandria)

Cel: 331-4463603

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Synesis Psicologia ®
Synesis Psicologia ®

c/o Studio Ferrario - Via Bergamo, 60 - 23870 MERATE (Lecco)

Tel: 0396076481 Cel: 3381863275

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Come riconoscere i disturbi ansiogeni

Come riconoscere i disturbi ansiogeni

I disturbi d’ansia racchiudono una serie di patologie sintomatiche che si manifestano in modalità più o meno diverse.

Il più frequente dei disturbi d’ansia è il cosiddetto “attacco di panico”, disturbo che colpisce una variegata e ampia tipologia di persone, dalle più giovani alle più anziane.

L’attacco di panico spaventa chi ne è colpito soprattutto per la sua imprevedibilità. Succede infatti di essere presi letteralmente alla sprovvista dalla crisi d’ansia, che può presentarsi in luoghi diversi e in situazioni diverse. Il picco di ansia e sintomi dura circa 10 minuti, per poi sfumare gradualmente.

Come riconoscere l’attacco di panico?

Spesso le persone, che soffrono di attacchi di panico, riferiscono sintomi quali:

  • Sudorazioni
  • Palpitazioni
  • Tremori
  • Dolori al petto
  • Paura di morire o di impazzire
  • Nausea
  • Sensazione di svenimento
  • Torpore o formicolio

Come è evidente la sintomatologia è perlopiù di natura organica e spesso porta il soggetto a temere un infarto.

È comune, dunque, che la persona pensi di rivolgersi al proprio medico o al pronto soccorso. Questo spesso può tranquillizzare il soggetto, aiutandolo ad escludere patologie di origine organica.

L’attacco di panico, così come altri disturbi appartenenti alla sfera ansiosa, è spesso collegato a situazioni stressanti della vita o a separazioni da figure importanti di riferimento, come ad esempio genitori, familiari, coniugi, etc.

Può essere utile rivolgersi ad uno psicologo che possa indagare l’insorgenza dei sintomi, la loro evoluzione e le caratteristiche, aiutano il soggetto ad individuare e a riconoscere la situazione ansiogena.

In questi casi può essere molto utile seguire un percorso di consulenza psicologica e di sostegno, in grado di aiutare la persona a fare maggiore chiarezza rispetto alla motivazione che ha contribuito all’insorgenza del disturbo.

Dr.ssa Valentina Moneta
Psicologo e psicoterapeuta individuale, di coppia e familiare
Sito web: www.valentinamoneta.it

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei uno Psicologo? Per la tua pubblicità Clicca Qui

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK