Sei uno Psicologo?

Scopri i servizi studiati appositamente per gli psicologi.

Cerca lo Psicologo

Ansia: dal problema alla Soluzione

Ansia: dal problema alla Soluzione

Come in tutte le forme di sofferenza psicologica anche i sintomi dell’ansia dovrebbero essere considerati degli alleati, che ci parlano di parti di noi, rimaste a lungo inascoltate, che con forza cercano di emergere e ricevere attenzione dando origine al turbamento.

L’ansia può essere fisiologica, cioè una risposta naturale a situazioni di stress o pericolo, adeguata alla situazione stimolo; nel caso di un esame ad esempio, moderati livelli di ansia producono un’
adeguata attivazione e sono utili ad affrontare la prova.

L’ansia patologica invece si presenta come risposta inappropriata a stimoli e situazioni esterne, determinando una compromissione generale delle capacità individuali.

L’ansia riguarda anche i bambini; il disturbo d’ansia generalizzato compare solitamente all’età di 11-12 anni, mentre nell’età adulta è più frequente tra i 20 e i 40 anni.

I disturbi d’ansia conosciuti e diagnosticati sono: disturbo da attacchi di panico (DAP), agorafobia, disturbo ossessivo compulsivo (DOC), disturbo d’ansia generalizzata, disturbo d’ansia da separazione, disturbo post traumatico da stress (DPDS), fobie specifiche (aereo, insetti, spazi chiusi, spazi aperti, ecc..) fobia sociale.
 
Spesso l’ansia è sottovalutata e non diagnosticata, di conseguenza un disturbo d’ansia viene riconosciuto solo quando compaiono sintomi più importanti e invalidanti.
Ciò accade perché i sintomi sono attribuiti alla presenza di malattie organiche (ad esempio cardiache), ma anche perché molti si illudono che possa risolversi da solo.
In realtà l’ansia tende ad autoalimentarsi se non si fa nulla per migliorare la situazione!

Perché insorge un disturbo d’ansia?

Gli eventi della vita possono mettere a dura prova l’equilibrio psicofisico di una persona e causare disagio e sofferenza emotiva. In effetti è molto frequente, tra gli adulti che la causa scatenante un disturbo d’ansia sia proprio il confronto con uno o più eventi stressanti.

L’impatto con quella specifica situazione va ad alterare gli equilibri esistenti fino a quel momento; una condizione familiare difficile, problemi nel luogo di lavoro, la perdita di una persona cara, anche una separazione, un divorzio, la perdita del lavoro, l’insorgenza di una malattia propria, o di un proprio caro e molto altro.

Chi rischia di più?

Le aspettative e il senso di inadeguatezza hanno un ruolo importante nell’insorgenza di un disturbo d’ansia.

Chi soffre di ansia cronica è generalmente una persona che sente di dover corrispondere ad aspettative molto elevate, di non dover mai sbagliare, che si sente inadeguata e ha difficoltà ad armonizzare ciò che è con ciò che vorrebbe essere e non facilmente accoglie ed accetta di sé determinate emozioni, pensieri o atteggiamenti, a meno che non siano compatibili con quello stesso modello di perfezione che orienta i comportamenti e scatena la sensazione di incapacità e inadeguatezza!

Cosa scatena l’ansia?

Ancora prima di provare ansia la persona ha paura, o è molto preoccupata; può aver paura di non riuscire a risolvere un problema, essere molto preoccupata per il futuro, oppure ha dei pensieri negativi che, anche in maniera ossessiva insistono, generando paura e successivamente ansia.  

Diagnosi trattamento e cura

Avere a che fare con un disturbo d’ansia è decisamente sfibrante e può condurre ad un notevole abbattimento del tono dell’umore; senza contare che ansia e umore depresso sono generalmente le due facce di una stessa medaglia.

La diagnosi precoce è fondamentale, come evidenziato da numerosi studi sui disturbi d’ansia.

È illusorio e controproducente pensare che l’ansia si risolva da sola; essa tende ad autoalimentarsi se non curata. Meglio non trascurare la situazione, agire il prima possibile; far finta che il problema non esista o sperare che facendo di nulla si risolva porta solo a cronicizzarlo!

Chiedere il parere dello Psicoterapeuta (specialista di riferimento) è il primo passo da fare; non è segno di debolezza, ma è una scelta molto sana!

In caso di carie o mal di denti generalmente si pensa di rivolgersi al dentista e non per questo ci si sente fragili o si prova vergogna. Non dovrebbe essere diverso quando il sintomo coinvolge la nostra psiche chiedere il parere di uno psicologo psicoterapeuta.

Con un colloquio orientativo/informativo di consulenza si può avere chiarezza sulla natura del sintomo da un punto di vista diagnostico e conoscere il progetto di trattamento e cura finalizzato alla soluzione del problema.

Il trattamento dei disturbi d’ansia nella mia pratica clinica quotidiana.

Il 90 % delle persone che si rivolgono a me soffrono di disturbi d’ansia.

Il progetto terapeutico è sempre personalizzato e tiene conto dell’entità del disturbo e delle caratteristiche individuali.

Il primo obiettivo è la riduzione dei sintomi.

Gli strumenti in questa prima fase sono più d’uno; le tecniche di respirazione profonda e di rilassamento con particolare riguardo al Training Autogeno, le tecniche cognitive che consentono di intervenire sul pensiero disfunzionale e irrealistico che stimola la reazione d’ansia, le tecniche comportamentali che aiutano a porsi diversamente difronte alle situazioni ansiogene, gli approcci quantistici e vibrazionali per ripristinare gli equilibri.

La psicoterapia interviene sulle cause dell’ansia e consente di ridurre le criticità sviluppando i punti di forza, migliora l’autostima, l’auto-fiducia, la consapevolezza.

Grazie alla psicoterapia la persona impara a conoscersi meglio e acquisisce nuove e più funzionali modalità di vivere la vita e fronteggiare gli eventi!

Fin dalle prime sedute è possibile cogliere i benefici, che nel tempo tenderanno ad estendersi e consolidarsi.

Dr.ssa Teresa Remoli
Psicologa, Psicoterapeuta
Sito Web: www.studipsicoterapiateresaremoli.it
Pagina Facebook: Teresa Remoli

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei uno Psicologo? Per la tua pubblicità Clicca Qui

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK