Sei uno Psicologo?

Scopri i servizi studiati appositamente per gli psicologi.

Cerca lo Psicologo

Oltre la preoccupazione: come gli psicologi possono essere di aiuto con i Disturbi d’Ansia

Psicologi e ansia

Tutti si preoccupano o si sentono nervosi di tanto in tanto. È normale sentirsi ansiosi di fronte a una situazione difficile, come un colloquio di lavoro, un esame difficile o un appuntamento al buio. 

L'ansia è una normale reazione umana a situazioni stressanti, un allarme automatico. Le reazioni di paura e stress sono essenziali per la sopravvivenza umana in quanto consentono alle persone di perseguire obiettivi importanti e di rispondere in modo appropriato al pericolo. In un individuo sano, la risposta allo stress (lotta o fuga) è provocata da una vera minaccia o sfida e viene utilizzata come stimolo per un'azione appropriata.

Ma se le preoccupazioni e le paure non sono temporanee e impediscono di vivere la vita come vorresti, si potrebbe essere di fronte ad un Disturbo d'Ansia.  In questi casi, l’ansia persiste e può persino peggiorare nel tempo. Lo stato di eccitazione è eccessivo o inappropriato ed è caratterizzato da sentimenti di apprensione, incertezza o paura. La risposta all'ansia non viene spesso innescata da una minaccia esterna o da un pericolo. Ma comunque paralizza l'individuo in inazione o ritiro.

Una risposta appropriata a una minaccia si risolve, una volta rimossa la minaccia. Un Disturbo d'Ansia invece persiste e può compromettere gravemente la capacità di una persona di funzionare a lavoro, a scuola e in situazioni sociali, sia negli adulti che nei bambini. L'ansia può anche interferire con le relazioni di una persona con familiari e amici. 

Fortunatamente, però, ci sono trattamenti efficaci per l'ansia. In alcuni casi, i farmaci hanno un ruolo nel trattamento dei Disturbi d'Ansia. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che la Terapia Cognitivo Comportamentale (CBT), da sola o in combinazione con i farmaci, è la terapia più utilizzata e più efficace per i Disturbi d'Ansia.

Hai un disturbo d’ansia?

  1. Sei costantemente teso, preoccupato?
  2. La tua ansia interferisce con le tue responsabilità lavorative, scolastiche o familiari?
  3. Sei afflitto da paure che sai essere irrazionali, ma non riesci a mandar via?
  4. Credi che succederà qualcosa di brutto se certe cose non vengono fatte in un certo modo?
  5. Eviti situazioni o attività quotidiane perché ti causano ansia?
  6. Sperimenti attacchi improvvisi e inaspettati di panico che fanno battere forte il cuore?
  7. Ti senti come se il pericolo e la catastrofe siano dietro ogni angolo?

Se ti identifichi con uno dei seguenti sintomi, che non scompaiono, potresti avere un Disturbo d'Ansia.

Esistono però diversi tipologie principali di Disturbi d'Ansia, vediamoli brevemente:

Il Disturbo d'Ansia Generalizzato è caratterizzato da preoccupazioni e paure costanti. Le persone con questo disturbo hanno una serie di preoccupazioni, legati alla propria salute o alle proprie finanze, ed hanno la sensazione persistente che qualcosa di brutto stia per accadere. Lo stato d’ansia di chi ne soffre dura quasi tutto il tempo, e spesso non ne sanno nemmeno il perché. I sintomi includono irrequietezza, irritabilità, tensione muscolare, difficoltà di concentrazione, insonnia.

Il Disturbo di Panico è caratterizzato da ricorrenti attacchi di panico che includono sintomi come sudorazione, tremori, mancanza di respiro o sensazione di soffocamento, battito cardiaco accelerato e sentimenti di terrore. Tali attacchi spesso accadono improvvisamente, senza preavviso, il che può far sì che le persone cambino o limitino le loro normali attività. Un Disturbo di Panico può anche essere accompagnato da agorafobia, che è la paura di trovarsi in luoghi in cui la fuga o l'aiuto sarebbero difficili in caso di attacco di panico, come centri commerciali o spazi confinati come un aeroplano.

Le Fobie sono paure intense di uno specifico oggetto, attività o situazione. Le più comuni sono la paura degli animali (come serpenti e ragni), la paura di volare e la paura dell'altezza. La risposta comune delle persone fobiche è l'evitamento di tale oggetti, attività o situazioni. Ma l’evitamento rafforza solo la fobia.

Il Disturbo d'Ansia Sociale è anche noto come fobia sociale. Le persone con questo disturbo hanno paura delle situazioni sociali in cui potrebbero sentirsi imbarazzati o giudicati. In genere si sentono nervosi a passare il tempo in ambienti sociali, si sentono impacciati di fronte agli altri e si preoccupano di essere respinti o di offendere gli altri. Altri sintomi comuni includono avere difficoltà a fare amicizia, evitare situazioni sociali, preoccuparsi per giorni prima di un evento sociale e sentirsi insicuri, sudati o nauseati quando si trascorre il tempo in un contesto sociale.

Il Disturbo Ossessivo Compulsivo è caratterizzato da sentimenti e pensieri persistenti e incontrollabili (ossessioni) e da comportamenti rituali (compulsioni). Alcuni esempi comuni includono il lavaggio delle mani compulsivo in risposta alla paura dei germi o il controllo ripetuto degli errori.

Il Disturbo da stress post-traumatico (PTSD) può svilupparsi dopo un grave trauma fisico o emotivo come un disastro naturale, un grave incidente, un crimine. I sintomi includono flashback del trauma, shock, incubi notturni, pensieri e ricordi intrusivi terrificanti che interferiscono con la routine quotidiana di una persona per mesi o anni dopo l'esperienza traumatica.

Vedere uno Psicoterapeuta può essere d’aiuto?

Nonostante le loro diverse forme, la ricerca suggerisce che tutti i Disturbi d'Ansia condividono un sintomo principale: paura o preoccupazione persistente o grave in situazioni in cui la maggior parte delle persone non si sentirebbe minacciata.

Ma i Disturbi d'Ansia differiscono anche notevolmente, quindi la terapia deve essere adattata agli specifici sintomi e preoccupazioni. Un individuo può soffrire di intensi attacchi d'ansia che colpiscono senza preavviso, mentre un altro si fa prendere dal panico al pensiero di andare ad una festa. Qualcun altro può lottare con la paura di guidare, o con pensieri incontrollabili e intrusivi. Un altro ancora può vivere in uno stato di tensione costante, preoccupandosi di qualsiasi cosa. Se si soffre di Disturbo OssessivoCompulsivo, il trattamento sarà diverso da qualcuno che sta ricevendo aiuto per attacchi di ansia. La durata della terapia dipenderà anche dal tipo e dalla gravità del Disturbo d'Ansia. Tuttavia, molte terapie per l'ansia sono relativamente a breve termine. Secondo l'American Psychological Association (APA), molte persone migliorano significativamente entro 8-10 sessioni di terapia.

Spesso, le persone cercano di affrontare quelle reazioni negative evitando situazioni o esperienze che li rendono ansiosi. Sfortunatamente però, l'evitamento può ritorcersi contro e in realtà nutrire l'ansia.

Gli Psicoterapeuti sono addestrati a diagnosticare i Disturbi d'Ansia e ad insegnare ai pazienti modalità più sane e più efficaci per farvi fronte. Una forma di psicoterapia nota come Terapia Cognitivo Comportamentale (CBT) è altamente efficace nel trattamento dei Disturbi d'Ansia. Attraverso la CBT, gli Psicoterapeuti aiutano i pazienti a imparare a identificare e gestire i fattori che contribuiscono alla loro ansia.

La premessa di base della Terapia Cognitivo Comportamentale è che i nostri pensieri influenzano il modo in cui ci sentiamo. In altre parole, non è la situazione in cui ti trovi a determinare come ti senti, ma la tua percezione della situazione.

Ad esempio, immagina di essere stato invitato a una grande festa. Ognuno di noi potrebbe avere un modo diverso di pensare all'invito che influenzerà le nostre emozioni:

  • Pensiero n° 1: la festa sembra molto divertente. Adoro uscire e conoscere nuove persone!

            Emozioni: felicità, eccitazione.

  • Pensiero n° 2: le feste non sono il mio genere. Preferirei rimanere a guardare un film.

            Emozioni: neutrale.

  • Pensiero n° 3: non so mai cosa dire o fare alle feste. Mi renderò ridicolo se ci vado.

            Emozioni: ansia, tristezza.
Si nota così come lo stesso evento può portare a emozioni completamente diverse in persone diverse. Tutto dipende dalle nostre aspettative, attitudini e convinzioni individuali. Per le persone con Disturbi d'Ansia, i modi di pensare negativi alimentano le emozioni negative di ansia e paura. L'obiettivo della Terapia Cognitivo Comportamentale per l'ansia è identificare e correggere questi pensieri e credenze negative, sostituendoli con pensieri più positivi e realistici.

Sostituire i pensieri negativi con quelli più realistici è più facile a dirsi che a farsi. Spesso, i pensieri negativi fanno parte di un modello di pensiero permanente. Ci vuole pratica per rompere l'abitudine. L'idea è che se cambi il modo in cui pensi, puoi cambiare il tuo modo di sentire.

Psicoterapia per i Disturbi d'Ansia: cosa aspettarsi?

La psicoterapia è un processo collaborativo, in cui Psicoterapeuti e pazienti lavorano insieme per identificare preoccupazioni specifiche e sviluppare o rafforzare abilità e tecniche concrete per far fronte all'ansia. I pazienti, acquisite le strategie per affrontare efficacemente le loro paure, possono praticare le loro nuove competenze per gestire l'ansia al di fuori degli incontri con il Terapeuta.

La maggior parte dei pazienti che soffre di ansia è in grado di ridurre o eliminare i sintomi dopo diversi (o pochi) mesi di psicoterapia, e molti pazienti notano un miglioramento già dopo poche sedute.

Gli Psicoterapeuti sono professionisti altamente qualificati e personalizzeranno un piano di trattamento per soddisfare le esigenze specifiche di ciascun paziente.

Quando cercare un aiuto professionale per l'ansia?

Se le preoccupazioni, la paura o gli attacchi d'ansia sono diventati così grandi da causare estremo stress o interrompere la routine quotidiana, è importante cercare l’aiuto di un professionista.

Se si riscontrano molti sintomi di ansia fisica, si dovrebbe inizialmente fare un controllo medico, per verificare che l'ansia non sia causata da una condizione medica, come un problema di tiroide, ipoglicemia o asma. Dal momento che determinati farmaci e supplementi possono causare ansia, al medico andranno riferiti anche eventuali prescrizioni, farmaci, rimedi naturali o droghe che si stanno assumendo.

Se il Medico esclude una causa medica, il passo successivo è quello di consultare un Terapeuta che abbia esperienza nel trattamento dei Disturbi d'Ansia. Il Terapeuta lavorerà con la persona per determinare la causa e il tipo del Disturbo d'Ansia e definire un percorso di trattamento mirato ed individualizzato.

Dott.ssa Luciana Mastronardi
Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale
Sito web: https://www.psicologi-italia.it/psicologo/luciana-mastronardi.html

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei uno Psicologo? Per la tua pubblicità Clicca Qui

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK